GESTIONE AMMINISTRATIVA E FINANZIARIA

Controllo di gestione

ll controllo di gestione è un feedback sull’andamento dell’azienda per individuare le funzioni e i reparti che hanno contribuito al raggiungimento degli obiettivi.
E' utile per prevenire situazioni difficili e consente di  intervenire  con correzioni gestionali per migliorare l'utilizzazione delle risorse quali:
- determinazione del costo di produzione dei beni o servizi
- calcolo dei prezzi e dei margini
- individuazione delle responsabilità delle singole funzioni
- individuazione dei settori in perdita.
Risulta quindi un attività di guida e orientamento della gestione, in grado di assicurare che le risorse economiche ed i fattori produttivi a disposizione dell’azienda siano impiegati in modo efficace ed efficiente coerentemente agli obiettivi prestabiliti.
Il controllo di gestione è, quindi, uno strumento di government, di monitoraggio e di valutazione che pur non essendo obbligatorio per legge, è fondamentale per l'efficientamento aziendale.

Credit Risk Management

L’ erogazione di credito e la gestione e monitoraggio del rischio associato hanno assunto da sempre ed assumono tutt’oggi un ruolo centrale nell’attività bancaria. L'attività che gestisce tale monitoraggio è definita Credit Risk Management, un’attività complessa, che richiede tempo, esperienza e specifiche competenze che abbracciano tutte le fasi del processo del credito, conoscenza e aggiornamento in merito alle normative prudenziali , cambiamenti del business bancario ecc...Risulta pertanto riduttivo associare alla funzione di Credit Risk Management la sola attività di produzione di modelli e di sistemi di misurazione del rischio. Le nuove modalità di coinvolgimento del Risk Management richiedono alla funzione di acquisire una più completa vision del processo di gestione e controllo del credito.

Analisi e Valutazione Finanziaria

La convenienza di un investimento può essere valutata attraverso opportuni criteri economici e finanziari, le misure finanziarie ne individuano poi il rendimento finanziario e permettono il confronto con valori di soglia prestabiliti, come ad esempio:
- valore attuale netto (VAN)
- tasso di rendimento interno
La valutazione della sostenibilità finanziaria è la capacità del progetto di generare flussi monetari (cash flow operativi) sufficienti a garantire il rimborso dei finanziamenti attivati e una adeguata remunerazione dei mezzi propri investiti (cash flow degli azionisti) nella realizzazione e nella gestione dell’iniziativa. Possedere gli strumenti necessari per l’elaborazione delle analisi di fattibilità economico-finanziaria finalizzate a delineare i contenuti, l’articolazione e gli elaborati minimi, pone le aziende nella situazione di saper identificare gli scenari in cui operare, prevedere i rischi connessi, e prevedere la capacità di reddito di una determinata attività prima della sua attuazione.